Stampa
primi di pesce pasta fresca

 

Tagliatelle al nero di seppia con gamberi e crema di patate

 

Impastare e tagliare le tagliatelle, aggiungendo una bustina di nero di seppia ogni 200 gr. di farina.

Lessare moderatamente i gamberi, pulirli lasciando testa e coda solo ai gamberoni che serviranno per la decorazione. In padella saltare con poco olio i gamberi medi, sfumare col vino bianco e, volendo, con un goccio di tabasco. Aggiungere i pomodorini tagliati a cubetti. Cuocere a fuoco minimo per alcuni minuti (il vero condimento è dato dalla crema di patate, quindi non bisogna fare una salsa: i pomodori sono facoltativi).

In un padellino, saltare i gamberi più grossi con una noce di burro, sfumare col brandy.

Tagliare non troppo finemente lo scalogno, rosolarlo in padella con un cucchiaio di olio extravergine d'oliva, aggiungere le patate tagliate a cubi, coprire con brodo vegetale; aggiungere lo zafferano. Cuocere le patate senza farle diventare troppo molle. Metterle nel bicchiere apposito, salare e pepare, frullare col frullatore a immersione fino a ottenere una crema; eventualmente aggiungere un pò d'olio e/o di brodo vegetale se risultasse troppo spessa.

Cuocere le tagliatelle in abbondante acqua, scolare. Versare sul singolo piatto di portata la crema di patate, adagiare sopra le tagliatelle condite con i gamberi, decorare con i gamberi più grossi e qualche pistillo di zafferano.

 

dosi per 4

 

TAGLIATELLE AL NERO DI SEPPIA gr. 400
GAMBERI MEDI gr. 300
GAMBERI GROSSI n. 8
PATATE gr. 400
ZAFFERANO bustina 1
SCALOGNO n. 1
POMODORINI n. 4
BRODO VEGETALE, OLIO EVO, SALE, PEPE q.b.